• lunedì
  • martedì
  • mercoledì
  • giovedì
  • venerdì
  • sabato Chiuso
  • domenica Chiuso

Cone Beam

La costante ricerca di innovazione affiancata dall’ obiettivo primario di poter offrire sempre i migliori servizi per i nostri pazienti ha portato lo Studio Rx Gentile ad investire in questo nuovo apparecchio radiologico. Presso il nostro centro specialistico è possibile eseguire esami di Cone Beam (cone beam computed tomography, CBCT) grazie al nuovissimo Planmeca ProMax 3D Max.

La CT cone beam è diventata sempre più importante nella pianificazione del trattamento e nella diagnosi dell'implantologia e in particolare è indispensabile nelle tecniche di implantologia computer assistita. Questa tecnologia viene sempre più impiegata anche in altri campi dell'odontoiatria, come ad esempio l'endodonzia e l'ortodonzia. La Cone Beam permette di ottenere una sensibile riduzione della dose somministrata a parità di volume irradiato. Si stima che la dose di radiazioni ionizzanti sia da 5 a 20 volte più bassa. La centralità di questo aspetto è data dal fatto che una grossa fetta di pazienti che necessitano di questo tipo di esame sono giovani adulti o addirittura pazienti pediatrici. Dal nostro punto di vista “innovazione” in campo radiologico significa riuscire ad ottenere immagini qualitativamente migliori con una dose di radiazioni ionizzzanti minore, e questo apparecchio si adatta perfettamente a questa filosofia.

Domande frequenti

  • Per cosa viene utilizzata la Cone Beam? Quali esami posso fare con questa macchina?

    La Cone Beam rappresenta l’ultima generazione delle macchine per imaging radiologico in campo odontoiatrico e riunisce, oltre ai suoi specifici pregi, quelli di altre metodiche ormai consolidate come l’OPT (ortopantomografia o panoramica) e le radiografie del cranio in latero-laterale e postero-anteriore, a uso cefalometrico, rappresentazioni che sono direttamente realizzabili con i software applicativi. Si è dimostrata insostituibile nella programmazione d’interventi di avulsione di elementi dentari inclusi sia nell’adulto che in età pediatrica. In implantologia, permette di valutare qualità e quantità di osso disponibile e prevedere possibili cause di insuccesso. In ortodonzia, consente una migliore programmazione clinica e in campo oncologico permette di definire l’estensione di processi espansivi e compromissioni di anatomiche vitale.

  • Quanto dura l’esame?

    L’esame ha una durata di pochi secondi e si tratta di un macchinario “aperto”, ottimo comfort anche per i pazienti che soffrono di claustrofobia dunque.

     

  • Com’è possibile ottenere una riduzione così sensibile della dose di radiazioni rispetto ad una classico esame TC Dentalscan?

    I radiografici Cone Beam si differenziano da quelli usati per la tomografia computerizzata convenzionale (CT o MSCT) perché emettono fasci di raggi X che hanno la forma conica anziché a ventaglio. La tecnologia di imaging radiologico  Cone Beam impiega una sorgente a raggi-X che compie un unico giro completo di 360° gradi intorno all'oggetto da esaminare, emettendo un fascio di forma conica o piramidale (da qui il nome “cone beam. L’ampiezza dell’area esposta ai raggi X, nelle applicazioni con Cone Beam è piuttosto piccolo e si limita alla sola area di interesse clinico, contrariamente agli ampi campi di vista della TC tradizionale. La serie di proiezioni acquisite verranno poi elaborate da un software che produrrà un set tridimensionale che servirà da base per successive rielaborazioni che porteranno alle ricostruzioni nei tre piani ortogonali (assiale, sagittale, coronale). 

     




lunedì 08:30 - 12:30 | 15:00 - 18:30